Nella Giornata Mondiale dell’Igiene mani è importante ricordare le indicazioni dell’Oms sul lavaggio delle mani per un risultato efficace che protegge noi e chi ci sta intorno dalla trasmissione di malattie infettive e contagiose.

Le mani sono uno dei veicoli di germi più pericolosi: sui nostri arti superiori si annidano microrganismi di ogni genere. Sebbene la maggior parte di questi “intrusi” non possieda caratteristiche patogene, spesso si può incappare nella presenza di virus e batteri, anche letali per l’organismo umano, che circolano nell’aria o con i quali possiamo entrare in contatto toccando le diverse superfici durante la quotidianità.

Quando i germi trovano un ambiente particolarmente favorevole tendono a stabilircisi e cominciano a proliferare moltiplicandosi ad un ritmo davvero notevole. Sono resistenti e radicati: virus e batteri riescono a sopravvivere per ore sulla superficie di oggetti, complementi d’arredo, elementi di biancheria per la casa e tanto altro.

I germi sono responsabili di molte malattie, sia di quelle meno gravi, come la comune influenza e il raffreddore, sia di quelle pericolose e preoccupanti: da oltre un anno il mondo intero sta facendo i conti con la trasmissione del terribile Covid-19, proprio attraverso il contatto con superfici e persone veicolo di contagio.

Per ridurre notevolmente la trasmissione di infezioni e virus è necessario adottare e diffondere buone pratiche di lavaggio sociale delle mani: l’Oms, Organizzazione mondiale della Sanità promuove ogni anno, il 5 maggio, la Giornata mondiale per il lavaggio delle mani suggerendo le norme per una corretta igienizzazione.

In assenza di acqua è possibile ricorrere ai prodotti igienizzanti per mani a base alcolica. In entrambi i casi, però, non bisogna mai dedicare meno di 40 secondi a questa operazione di sanificazione della parte del nostro corpo che entra maggiormente in contatto con l’esterno.

come lavare le mani

Lavaggio delle mani secondo l’Oms: come lavarsi con acqua e sapone

Un’abitudine quotidiana che va eseguita secondo precisi gesti per ottenere il miglior effetto di igienizzazione: ecco come lavarsi le mani con acqua e sapone antibatterico nel modo corretto.

Cominciamo bagnando leggermente le mani e versando nel palmo della mano una quantità di sapone sufficiente a coprire tutta la superficie delle mani, poi frizioniamo i palmi l’uno contro l’altro. Continuiamo facendo passare il palmo destro sopra quello sinistro e procediamo intrecciando le dita tra loro e viceversa. Poi passiamo al dorso delle dita strofinandole contro il palmo opposto e tenendo le dita ben strette tra di loro: ripetiamo l’operazione per entrambe le mani.

Molto importante e necessaria anche la fase di frizione rotazionale del pollice sinistro che viene stretto nel palmo destro e viceversa. Stessa frizione rotazionale va applicata in avanti ed indietro con le dita della mano destra strette tra loro nel palmo sinistro e viceversa.

lavaggio delle mani

A questo punto risciacquiamo la mano con l’acqua e asciughiamo accuratamente con una salviettina monouso. Con la stessa salviettina chiudiamo il rubinetto: in questo modo avremo lavato correttamente le mani e le avremo liberate dai germi accumulati durante le diverse attività della giornata.

È importante scegliere il prodotto giusto per l’igienizzazione quotidiana delle mani, come il sapone tracciante Mark, che, grazie alla sua innovativa formula tracciante, garantisce il rispetto di tutti i tempi e passaggi indicati dall’OMS in modo semplice eÌ€ naturale.

Come frizionare le mani con la soluzione alcolica: il giusto uso dell’igienizzante

Come usare nel modo giusto gli igienizzanti mani? Versiamo una sufficiente quantità di soluzione alcolica nel palmo della mano. Frizioniamo le mani palmo contro palmo, poi passiamo il palmo sinistro sopra il dorso destro e viceversa. Intrecciamo le dita e poi frizioniamo il dorso delle dita contro il palmo opposto tenendo le dita strette tra loro. Frizioniamo il pollice destro tenendolo stretto nel palmo della mano sinistra e ripetiamo l’operazione con l’altro pollice.

Continuiamo a frizionare ruotando avanti e indietro le dita della mano destra strette tra loro nel palmo della mano sinistra e viceversa. Dedichiamoci poi ai polsi, frizionando il polso e ruotando avanti e indietro le dita della mano destra strette tra loro sul polso sinistro: ripetiamo ugualmente per il polso destro e lasciamo che la soluzione si asciughi completamente.

lavare le mani

Quando è importante igienizzare e lavare le mani

Durante la vita di tutti i giorni ci sono momenti in cui è necessario lavare le mani con acqua e sapone che elimina i batteri o igienizzarle con una soluzione alcolica igienizzante: scopriamo insieme quali sono.

È consigliabile lavarsi le mani prima di mangiare qualcosa, anche in occasione di uno spuntino, e, in generale, quando si maneggiano o consumano alimenti di qualsiasi tipo. Importantissimo lavarsi le mani prima di somministrare farmaci o medicare e toccare una ferita o ancora di entrare in contatto con un ammalato. (in questo caso meglio seguire le norme specifiche di lavaggio chirurgico delle mani dell’Oms. Igienizziamo bene mani e polpastrelli prima di applicare o rimuovere le lenti a contatto, prima di usare il bagno (soprattutto quando ci troviamo fuori casa), prima di cambiare un pannolino.

Le mani vanno lavate anche dopo determinate azioni, come dopo aver tossito, starnutito o essersi soffiati il naso, ma anche dopo essere stati a stretto contatto con persone ammalate. Meglio igienizzare sempre dopo essere stati a contatto con animali, aver utilizzato il bagno e aver cambiato un pannolino. In cucina è consigliabile lavarsi le mani dopo aver toccato cibo crudo, come carne, pesce, pollame e uova e dopo aver maneggiato spazzatura. All’esterno, invece, ricorriamo ad acqua e sapone o ad igienizzante dopo aver usato un telefono pubblico o maneggiato dei soldi, dopo aver utilizzato un mezzo di trasporto o qualsiasi luogo particolarmente affollato. In generale ci sottoponiamo ad un accurato lavaggio delle mani ogni volta che rientriamo in casa.

Impariamo a lavare le mani spesso e nel modo giusto, perché tra i pugni perfettamente igienizzati è custodito il segreto di una buona salute!